Feeds:
Articoli
Commenti
Vittorio Pagano, Vincenzo Ciardo, Vittorio Bodini e Vittore Fiore

Vittorio Pagano, Vincenzo Ciardo, Vittorio Bodini e Vittore Fiore

Ho conosciuto Vittore Fiore, ormai vecchio e malandato, a Gallipoli, dove era nato nel 1920, ma all’età di quindici anni se ne era allontanato definitivamente per tornare al paese dei suoi avi paterni, Altamura, e qui, terra del sottosviluppo culturale e intellettuale, non faticò molto per mettersi in mostra. Aveva idee e aveva carattere, il celebre padre Tommaso, autore di “ Un popolo di formiche” gli aveva dato in eredità intelligenza, fantasia e una formazione etica rigorosissima, la madre, che era gallipolina, la forza dell’attesa e il coraggio delle tempeste.

Continua a leggere »

E’ scuru

Cesare Cuppone - "Notturno" -  spatola su tavola 50 x 80

Cesare Cuppone – “Notturno” – spatola su tavola 50 x 80

Sutta ‘nna pergula

se ‘nguccia la notte. Continua a leggere »

di Lorenzo De Donno
lapide

Grandi spruzzi, oggi, sotto al faro della Palascia,  che chiude a sud la suggestiva  Baia delle Orte, per una bella tramontana estiva  che asciuga presto il sudore della lunga camminata. La “tramontana dei Santi Martiri”, così la definivamo da ragazzi. Continua a leggere »

Sud

'Controra' - olio su cartone

Giuseppe Diso: ‘Controra’ – olio su cartone

Roberto Saviano scrive a Matteo Renzi chiedendogli di intervenire nel Sud che sta morendo, dove nulla è stato mai fatto. Nulla che sia ‘vero’. Continua a leggere »

di Giuseppe Diso

G. Diso, Giovanni Pascoli, olio su legno, cm 70x80

G. Diso, Giovanni Pascoli, olio su legno, cm 70×80

La raccolta Myricae di Giovanni Pascoli, pubblicata nel 1891, fu una silloge variabile nel numero delle liriche che dalle 22 iniziali   arrivò a comprenderne ben 156 nell’edizione definitiva del 1903.  Pascoli si ispira a temi umili, come le umili tamerici del virgiliano  “ arbusta iuvant humilesque myricae”, piccoli cespugli di campo in sintonia con quella realtà campestre da sempre vagheggiata del poeta come nucleo mitopoietico della propria  ispirazione, “dimora vitale” alla quale attingere per intrecciare i temi della vita con quelli dei campi, dei fenomeni atmosferici, della realtà quotidiana filtrata dagli apparenti  toni dimessi di un uomo lacerato dal dramma storico della morte del padre, che al padre cerca di ritornare attraverso la ricomposizione memoriale del ciclo acrono degli eterni ritorni per ricostruire, attraverso l’esorcismo di suoni-parole-simboli, la dimora vitale del nido distrutto dalla malvagità della storia e dell’uomo.

Continua a leggere »

di Lucio Causo

 

Maria Corti

Il fascicolo del 1952 della Lectura Dantis dell’editore Carlo Signorelli, col commento del V canto dell’Inferno di Antonino Pagliaro, è ricco di una bibliografia di autori che hanno studiato la dottrina visionistica dell’oltretomba: ad essi non sfugge l’influenza dei testi islamici che si riscontrano nella letteratura occidentale.

Verso la 2^  metà del VI secolo, nel libro di Artàk Viràz è descritto il viaggio di un uomo che visita l’inferno e il paradiso, in compagnia di angeli e nel 1920 a Bombay il dottor Jivanji Jamshedji (1854-1933), studioso indiano, pubblica una sua raccolta che rivela la visione di Dante tratta dalle opere iraniche. Continua a leggere »

di Gianfranco Mele

"L'attesa", acquaforte (Pasquale Urso)

“L’attesa”, acquaforte (Pasquale Urso)

Funzioni magico-oracolari delle edicole votive e dei crocevia

A partire dal medioevo si diffonde l’usanza di erigere edicole votive in prossimità dei crocicchi, usanza mutuata dai larari pagani e dai pilastri votivi in onore di varie divinità. Queste edicola hanno la duplice funzione di essere relazionate a particolari accadimenti come miracoli, guerre, epidemie, cataclismi e avvenimenti religiosi eccezionali, e di costituire luogo di “visita” non solo per voti, preghiere e suppliche, ma anche a scopo predittivo-oracolare. Anche in questa ultima accezione le edicole votive cristiane prendono il posto degli antichi monumenti dedicati alle divinità pagane. Continua a leggere »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.512 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: