Feeds:
Articoli
Commenti

La zitella e lu mare

di Giusy Agrosì

Pasquale Urso: Marina (Acquerello)

Zuccaro nu pruvasti
e mele mancu.
Se ne scira l’anni toi
fuscenno a tristu passu. Continua a leggere »

Annunci

Gazzettino di Modena

di Alfredo Zumini

© Giuseppe Diso: Copia di Figura (olio su tela, cm 60×100, 2010)

la foto di lei
ritrovo nel cassetto
con la data la dedica
sul retro ingiallito
e nella stanza
non c’è più nessuno. Continua a leggere »

Gianpaolo Talani: Due ombre che aspettano – 100x90cm – Olio su tela – 2007

Wikipedia, la grande enciclopedia online, definisce l’ombra come l’area scura proiettata su una superficie da un corpo che, interponendosi tra la superficie stessa e una sorgente (o fonte) luminosa, impedisce il passaggio della luce. L’abilità di fissare in modo artistico, su tela o su carta o su altra superficie, l’immagine scura proiettata dalla fonte luminosa ha segnato la fortuna dei più grandi pittori (primo fra tutti il Caravaggio) e, in seguito, dei più grandi fotografi della storia. Continua a leggere »

La vigilia di Natale

di Lucio Causo

© Gianfranco Budano: Natale salentino

Nel pomeriggio della vigilia di Natale i ragazzi venivano incaricati di portare gli auguri alla comare e alle famiglie verso le quali ci si sentiva obbligati. Ovviamente bisognava portare un dono altrimenti, diceva la nonna “l’auguri senza cistu nu li riceve mancu Cristu” (gli auguri senza il cesto in dono non li riceve nemmeno Cristo) e “l’auguri senza sporte nun li ole mancu la sorte” (gli auguri senza sporte piene non li vuole nemmeno la sorte). Finite tutte queste incombenze natalizie, la sera ad una certa ora tutta la famiglia si riuniva a tavola. Continua a leggere »

di Dario Massimiliano Vincenti

Nei pochi passi che il pavimento ancora consentiva, lasciato libero da “ingombri” d’arte, di lavorazioni e di ceramica, e da non pochi panetti di argilla accuratamente bagnati, mi muovevo con grande accortezza, perdendosi il mio sguardo qua e là fra i tanti piccoli e grandi lavori di bell’artigianato un po’ disseminati ovunque. Continua a leggere »

La grotta dei briganti

di Lucio Causo

Salvator Rosa, ‘Grotta con cascate’ – (olio su tela – 1640)

La grotta dei briganti
è là nel bosco,
orrida e nascosta;
le sue volte parlano
solo a chi le ascolta. Continua a leggere »

Ogni riferimento a persone o a situazioni è assolutamente casuale. Questa piccola divagazione non è una sferzante satira politica: nessuna allusione, nessuna invettiva; si tratta di una semplice fiaba a sfondo morale, sullo stile di Fedro e di Esopo, o sulla falsariga di una commedia di Aristofane, magari vagamente ispirata a (o da) qualche personaggio della attuale, penosa realtà del melmoso e mefitico stagno della grande palude italica. Continua a leggere »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: