Feeds:
Articoli
Commenti
© Pasquale Urso: Acquaforte

© Pasquale Urso: Acquaforte

 

…il fumo sale dritto tra le tende di cotone

e la luna affacciata sul terrazzo di fronte,

come l’aquilone che mi portava a spasso

sulla strada dietro la scuola, Continua a leggere »

Alba

Risveglio: Henri de Toulouse-Lautrec

Risveglio: Henri de Toulouse-Lautrec

An sonnu
me rrubbasti
l’occhi
e lle parole. Continua a leggere »

ovvero le vere origini del tarantismo

Pasquale Urso: Colori e sapori (olio su tela)

Pasquale Urso: Colori e sapori (olio su tela)

‘Na sira ieu passai de le padule e ‘ntisi le cranòncule cantare. A una a una ieu le sintìa cantare, ca me parìane lu rusciu de lu mare (“Una sera attraversai la palude e udii le rane gorgheggiare; le sentivo cantare ad una ad una e il loro coro mi sembrava il fruscio del mare”)…

C’era una volta (e c’è ancora, per fortuna) circondata dal mare, all’estremo lembo ionico della penisola, una terra magica, il Salento, a quei tempi formata da un ininterrotto altalenarsi di stagni, paludi, scogliere, grotte, cunicoli e canaloni. Continua a leggere »

di Vincenzo D’Aurelio

copertina

Nel Settecento la moda del Gran Tour, anche sulla generale spinta data dall’Illuminismo alla cultura europea, raggiunge il suo apice. Non solo i figli dell’aristocrazia ma anche quelli della ricca borghesia iniziarono i loro viaggi istruttivi attraverso l’Europa al fine di acquisire quella cultura cosmopolita particolarmente utile ad una classe destinata, una volta rientrata in Patria, ai più prestigiosi impieghi pubblici, militari e burocratici. Continua a leggere »

di Franco Melissano

 

gabo

Gabriel García Márquez, Aracataca, 6/3/1927 – Città del Messico, 17/4/ 2014

E chi ci svelerà mondi incantati

dove la pioggia segna il tempo al mito

e guida il sogno dentro

paludosi arenili

di cuori già ingrigiti dal potere? Continua a leggere »

Le ragioni di un sì

di Mariateresa De Maggio

Si deve votare: ogni cittadino è libero di farlo nel modo in cui ritiene giusto. Ma credo si debba partecipare al voto: significa essere pienamente cittadini. Fa parte della carta d’identità del buon cittadino
Paolo Grossi: presidente della consulta

Per chi sostiene con convinzione le ragioni del SI al prossimo referendum di domenica 17 aprile, queste parole risuonano come il migliore degli endorsement soprattutto in un clima che non predilige l’informazione, la partecipazione e l’espressione piena della democrazia. Ma facciamo un passo indietro. Continua a leggere »

2 DICEMBRE 1943

Grave episodio di guerra chimica nell’ultimo conflitto mondiale

Bombardamento_di_Bari

Navi alleate in fiamme

di Lucio Causo

Quella sconvolgente sera del 2 dicembre 1943, uno stormo di 105 aerei tedeschi provenienti da diversi aeroporti italiani, slavi e greci, bombardarono il porto di Bari affondando numerose navi alleate e provocando danni ingenti alle strutture portuali.

Alla fine della seconda guerra mondiale, il bombardamento del porto di Bari risultò il più grave disastro navale alleato dopo Pearl Harbor.

Continua a leggere »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 2.773 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: