Feeds:
Articoli
Commenti

Voci di Aosta

Alberto_Ziveri_-_Interno_d_autobus__1966_-_olio_su_tela__cm_130_x_cm_175

Aberto Ziveri: Interno d’autobus, 1966 (Olio su tela cm 130×175)

Un passo avanti e, quanti indietro? Una proposta innovativa e di grande utilità viene bocciata. Non modificata o adattata alle richieste e ai problemi che determina. No, sradicata. Completamente. Continua a leggere »

Salvatore Leone: paesaggio salentino, olio su tela

 

…se avessi tempo vi porterei sugli scogli,
in un mattino di forse estate, a piedi nudi
sulle rive ventose di una pianura di sale,
a giocare con le ombre di sassi lanciati,
tra le lucertole e le spine di una mora; Continua a leggere »

Lorenzo De Donno

Edouard Cortès: Librai lungo la Senna

Edouard Cortès: Librai lungo la Senna


Quando torni da un viaggio…

Sulla sommità della Torre c’é sempre un vento impetuoso che ti fa stringere nel cappotto, e ti spinge alla ricerca del lato meno esposto all’aria. Lassù ti convinci che lo sguardo, se l’orizzonte non fosse così rarefatto e velato, oltrepasserebbe ogni immaginabile limite, fino a percepire la sfericità della terra. Continua a leggere »

Prisma

di Cesare Minutello

Ivan Aivazovsky: Il naufragio sul mar nero pittura a olio

Ivan Aivazovsky: Il naufragio sul mar nero pittura a olio

“solo di solitudine ho bisogno” –Umberto Saba-

(Full moon in Otranto)*

…qui dove il vento
balla la pizzica
è un prisma la luna
sulla lavagna notturna Continua a leggere »

Asinerie

di Paolo Vincenti

Vincenzo Bruzzese: ASINO, 1902, olio su tela, 19,50×29,50 cm

Vincenzo Bruzzese: ASINO, 1902, olio su tela, 19,50×29,50 cm

“Ah, formidabile / Il tuo avvocato è proprio un asino  / no, certe cose non si scrivono / che poi i giudici ne soffrono”   .

Parole d’amore scritte a macchina –  Paolo Conte

Parlo di asini. In senso proprio e in senso figurato, nel senso degli animali e nel senso degli uomini. Dalla parte degli animali, sempre. Infatti, come si fa a non amare il simpatico ciuchino, non fosse altro che per solidarietà con la sua vita non certo facile, maltrattato e angariato come è sempre stato.  Per quanto riguarda gli esseri umani poi, ce ne sono di simpatici e ce ne sono di detestabili.  Ma non sarei coerente e credibile se non cominciassi da me medesimo.  Continua a leggere »

di Lorenzo De Donno

Caremma salentina

Caremma salentina

Nel Salento i demoni non amano la notte. Nei pomeriggi d’estate, quando il caldo diventa insopportabile e i raggi del sole così bianchi da saturare il cielo e da accecare la vista, abitano la lama di spazio impercettibile che esiste fra la luce e l’ombra. Pochi sono consapevoli di quanto si possa essere vulnerabili attraversando quella linea, anche per una sola frazione di secondo. Continua a leggere »

Pasquale Scarciglia: Qui Salento (olio su tela, 70×120)

di Felicita Cordella

Ogni mattino spuntava un fiore
che inebriava le ore,
ed ero l’ottava meraviglia.
Oh Catullo… anche per me
“splendettero un tempo candidi soli”!
Il cuore cantava:” L’incanto continua…” Continua a leggere »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.182 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: