musica

Musica Musica

Per trovare l’origine della musica dobbiamo volare col nostro pensiero lontano nel tempo fino ai primordi della civiltà, fin quando ancora l’uomo non c’era sulla terra ma già suoni fantastici riempivano l’aria, la terra  e il mare. Continue reading “Musica Musica”

Annunci
Eventi, musica, Opinioni, Tradizioni

La taranta consolatrice

LOGO TARANTA

Ha salvato ‘La Notte’ dell’estate salentina, la più attesa. Ci è riuscita: Carmen Consoli ha trovato la chiave interpretativa per far sì che il Concertone non fosse cancellato nel giorno del lutto nazionale: “Questa musica parla dei dolori più profondi. Ti dà una chiave di guarigione (…) Non è una festa – ha ribadito – non lo è mai stata” Ed ha aggiunto: “Se la Notte della Taranta deve fermarsi, allora devono farlo anche medici, ingegneri e muratori: il nostro non è un lavoro di serie ‘b’, non ci sto”.

Continue reading “La taranta consolatrice”

Arte, musica

Fabrizio De Andrè: quarant’anni di creuza de ma

fabrizio_de_andre

1. Creuza de Ma

…Ed ecco, quando tutto il suo filone lirico sembra esaurito, riaffluire come un’ondata oceanica, la grande musica che viene da lontananze storiche, dall’Islam, dai paesi mediterranei, dalle torri dei muezzin, ma anche dalle torri costiere salentine, dalle piazze salse di tutti i paesi di mare, dalle cinture, dai paesaggi, dai ponti levatoi, dai fiumi riarsi, dai paesaggi deserti, ecco le generazioni di marinai di Creuza de Ma: “Ombre di facce, facce di marinai / da dove venite dov’è che andate / da un posto dove la luna si mostra nuda / e la notte ci ha puntato il coltello alla gola / e a montare l’asino c’è rimasto Dio, / il Diavolo è in cielo e ci si è fatto il nido, / usciamo dal mare per asciugare le ossa dell’Andrea / alla fontana dei colombi nella casa di pietra”. Continue reading “Fabrizio De Andrè: quarant’anni di creuza de ma”

musica, Personaggi

Don Raffaele Martina, prete e musicista

Stampa

Viene presentata oggi a Casarano, presso la parrocchia di San Domenico, un’inedita e singolare raccolta di spartiti liturgici dovuti all’estro musicale di mons. Raffaele Martina, di cui ricorre proprio questo 13 ottobre 2015 il 25° anniversario della morte. L’opera è curata da don Antonio Schito, attuale parroco di San Domenico, e dal m° Lucia Melgiovanni, con la consulenza musicale del m° Fabrizio Piccinno. Le partiture sono precedute dalla seguente nota biografica, a firma del sottoscritto, già edita nella miscellanea “Preti pugliesi del Novecento” (a cura di C. Dell’Osso, Roma-Monopoli 2008). Continue reading “Don Raffaele Martina, prete e musicista”

musica

Aspettando il tempo

Il tempo è una tela bianca sulla quale si sviluppano i suoni

(F. Negro)

 Basic RGB

Una tavolozza trasparente di colori accennati, pennellate di fantasia che invitano ad entrare. Una facciata colorata in rosso, una in blu, una in giallo: la copertina bianca, il titolo in alto, poche parole, semplicità e accuratezza. Un piccolo scrigno di note da scoprire.

Continue reading “Aspettando il tempo”

musica

Così parlò Zarathustra: da Nietzsche a Strauss

Friedrich Nietzsche
Ritratto di Friedrich Nietzsche: Una delle cinque fotografie scattate da fotografo Gustav Schultze, Naumburg, agli inizi di settembre del 1882.

Per poter gustare appieno il poema sinfonico di Strauss “Così parlò Zarathustra” bisogna  rifarsi  al testo omonimo scritto da Nietzsche intorno all’anno 1884, testo definito dallo stesso filosofo “un libro per tutti e per nessuno”. Un libro per tutti perché, fuori da ogni tecnicismo, l’autore cerca di spiegare il suo pensiero con un linguaggio semplice ed immediato, un libro per nessuno perché pieno di enigmi e profezie che sovvertono tutti i valori  del suo tempo. Nietzsche, consapevole di ciò, in una sua lettera si esprime così:

Continue reading “Così parlò Zarathustra: da Nietzsche a Strauss”

musica, Scrittori salentini

Improvisation

di Giorgio D’Aurelio

dsasdasdaas
Rocco Gliubizzi, “Jazz” (olio su tela)

Entro nella piccola, accogliente saletta.
Loro sono già arrivati, ma da poco…stanno accordando i loro strumenti.
Il mio è sempre lì, al suo posto.
Sembra che non si stanchi mai di aspettarmi. Continue reading “Improvisation”