Scrittori salentini, Racconti

Giuliana

di Lucio Causo

Foto di Mauro Minutello

 

Giuliana passò leggera sotto lo sguardo di lui da un capo all’altro del banco, facendo scivolare dalle mani sul tappeto verde delle consumazioni i piattini da caffè con un sorriso che sapeva di gioia e che l’animava tutta; ed eccola tornare indietro per posare accanto a ognuno di essi il cucchiaino, e, ultimato questo servizio, sostò qualche attimo di fronte al giovane che stava in piedi dall’altro lato del banco a incontrare quello sguardo che l’attraeva e lasciarsi penetrare; e quando le vampe di rossore tinsero le sue guance allora la ragazza si voltò di scatto verso la macchina da caffè senza abbandonare il sorriso che metteva in risalto i suoi denti bianchissimi. Continue reading “Giuliana”

Annunci
Racconti, Scrittori salentini, Scrivere il Salento

Il vento lo aveva detto

di Lorenzo De Donno

Ieri si era alzato, improvviso, un inaspettato maestrale che ha spazzato il caldo asfissiante dei giorni precedenti. Credevo che fosse una benedizione, in realtà qui quando si alza il vento, in particolare nei giorni della Festa di San Costantino, è presagio di fatti nefasti. Eppure, in questa stagione, le valli fra le colline di Sedilo si infuocano e l’aria diventa densa per l’evaporazione del lago Omodeo, che si distende sotto la cattedrale rupestre del Santo. Continue reading “Il vento lo aveva detto”

Racconti, Scrittori salentini

Goldberg Variations One

di Bruno Marchi

Foto di René Duverger: Torre Canne, 1987

Credevo che il tempo aspettasse Godot e che l’industria culturale con i suoi mefitici miasmi non avrebbe reso sanguinolenta questa vita. Una macelleria d’anime grondanti liquidi maleolenti e verdastri, purulenti. Continue reading “Goldberg Variations One”

Cultura salentina, Recensioni

Notturno salentino (di Federica De Paolis per Mondadori)

di Lorenzo De Donno

Una pratica copertina di cartoncino flessibile e gommato al tocco, dove il nome dell’autrice risulta quasi più evidente del titolo, e una foto di una ragazza in piscina, filtrata in azzurro, che ricorda le pubblicità degli shampoo degli anni settanta. Il romanzo giallo di Federica De Paolis, a vederlo nella vetrina della libreria, sembra che voglia sfruttare proprio l’aggettivo “salentino”, cavalcando l’onda della notorietà dell’area geografica che viene espressamente citata, per essere riconosciuto e diventare il libro da ombrellone dell’estate 2018, quasi un “souvenir” per chi farà le vacanze nel tacco d’Italia e per chi questa terra potrà solo sognarla da un’afosa città della Pianura Padana, al riparo dagli attacchi delle zanzare tigre. E’ evidente che sia l’autrice che l’editore , nel confermarlo, erano sicuri dei propri fatti, ben sapendo che connotare un prodotto può essere un’arma a doppio taglio. Nella fattispecie, poi, i salentini sono sempre molto suscettibili e attenti sulle questioni di principio, gestibili dai loro divani, dai tavolini dei bar e dalle tastiere dei computer e molto più indolenti per ciò che riguarda fatti sostanziali (ambiente e servizi in genere), che preferiscono delegare. Continue reading “Notturno salentino (di Federica De Paolis per Mondadori)”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

La mia maturità

di Daniela De Pascalis

Foto di Massimiliano Stefano

Ci sono luoghi da fitta al petto, dove se provi a varcare il limite dal presente, riesci a distinguere di nuovo perfino le voci. Riemerge ogni dettaglio di volti. Che custodisci nell’archivio delle emozioni. Ognuno ha un luogo o più luoghi. Per ogni essere umano c’è almeno una “madeleine”. Una di queste per me è l’atrio del mio liceo. Continue reading “La mia maturità”

Saggio, Scrittori salentini

Il naufragio della nave Oria nel mare Egeo

di Lucio Causo

12 febbraio 1944

La nave Oria era un piroscafo norvegese costruito nel 1920 nei cantieri di Sunderland, naufragato nella seconda guerra mondiale nel mare Egeo provocando la morte di oltre 4000 prigionieri italiani. Continue reading “Il naufragio della nave Oria nel mare Egeo”