Arte, Calcografia, Personaggi

La Puglia tra le allegorie di Cesare Ripa

Puglia
PUGLIA (nell'edizione Padova 1611)

Nel 1593 a Roma, dai torchi degli heredi del famoso stampatore Giovanni Osmarino Gigliotti, veniva alla luce la prima edizione di quella che divenne una delle principali opere italiane di iconologia e cioè Continue reading “La Puglia tra le allegorie di Cesare Ripa”

Annunci
Cultura salentina, Racconti

Una poesia senza parole: Un morso di pane prima di dormire

di Lele Mastroleo

mmmdas

…si è acceso un faro laggiù sulla Punta di Mezzacapra, tra lo scoglio dei preti e la colonna del Mungurune e soffia la quiete nella baia della via del sale, e nel mentre, inganno la metà grigia del mio fantasma cantando una nenia:

…gira la luna sulla mia faccia Iddio di tutti i sentieri che non vedrò mai, Continue reading “Una poesia senza parole: Un morso di pane prima di dormire”

Scrivere il Salento

I tre di Santa Maria al Bagno

© Pasquale Urso: prova d'autore (incisione)

Un  fine  Marzo a Santa Maria al Bagno, frazione di Nardò, insieme a Nicola Apollonio e a Mimmo Anteri, artista cosmico alla ricerca dell’unità dell’anima, che vive per arrivare al “centro”, per raggiungere l’ansietà dei rossi (parliamo di colori, ovviamente), come una Santa Caterina da Riva Levante. Ci troviamo dinanzi al mare rugginoso della costa neretina, Continue reading “I tre di Santa Maria al Bagno”

Arte, Calcografia, Pittura

Il cartaio di Martano

La battaglia di Hattin (Acquaforte) di Andrea De Simeis. Foglio di carta al ficus carica vergato a mano550 x 650 mm.

No, non vi preoccupate, non si tratta di un nuovo film, né di uno di quei tanti libri noir ambientati in Puglia. Voglio raccontarvi la storia di un artista salentino, un artista di cui si parlerà molto, uno di quelli di cui percepisci immediatamente il carisma, il valore delle opere, il magico influsso che esse emanano. Continue reading “Il cartaio di Martano”

Storia

La ricostruzione politica di Galatina nel dopoguerra

di Tommaso Manzillo

Il contributo di Galatina alla ricostruzione post-bellica, dopo il secondo conflitto mondiale, doveva venire da ambienti e personalità vicine alla Chiesa, tanto che si andò formando un gruppo di aderenti alla locale sezione della FUCI (Federazione Universitari Cattolici Italiani), grazie all’iniziativa di mons. Antonio Antonaci, per il commento e la lettura sistematica della Rerum Novarum (1891) di Leone XIII, e fu allora che si iniziò a parlare di movimento della Democrazia Cristiana, sia a Galatina che nel Salento, grazie anche all’intervento dell’avvocato Achille Fedele. “Furono, quelli”, scrive Antonaci in Galatina Storia & Arte (1999), “anni ruggenti di battaglie violente per motivi ideali, di cristallina purezza: che meritavano di essere sostenuti”. Continue reading “La ricostruzione politica di Galatina nel dopoguerra”