Racconti, Scrittori salentini

La muta delle cicale

TIZIANA PEDONE – da LA MUTA DELLE CICALE, romanzo, Botanica Ornamentale Edizioni, Maglie, 2017

Ph. Giusy De Santis

“Siamo felici che tu abbia recuperato la tua energia e il tuo sorriso, quando sei arrivata sembravi persa tra i tuoi fantasmi. Sei molto più bella adesso”. Le parole di Margherita, mi sono arrivate diritte al cuore, come una carezza balsamica mi hanno fatta stare bene. Il tempo scivola via, se mi fermo a riflettere e torno indietro con il pensiero non mi capacito, è trascorso un anno da quando sono qui. eppure mi sembra ieri. Continue reading “La muta delle cicale”

Annunci
Recensioni

’19 Sordi’, una storia narrata da Teresa De Salvatore

di Paolo Rausa

i-9-sordiTeresa si presenta con una missiva che annuncia il suo libro dal titolo ingegnoso ’19 Sordi’. Ricorda le nostre origini comuni salentine, noi senza terra, ma figli dell’universo, che come foglie siamo sbattuti di qua o di là, nel mondo, lei in Sardegna io in Lombardia. Siamo rimasti molto legati alla nostra lingua natia, che compare qui come espressione autentica all’inizio della sua opera. Io per aver raccolto e ripubblicato le poesie salentine di mio padre Fernando, che racchiudono nei termini usati non solo la tradizione ma il rapporto stretto culturale fra i contadini, noi figli, con la terra madre. Continue reading “’19 Sordi’, una storia narrata da Teresa De Salvatore”

Personaggi, Recensioni

Quando andavo in via Veneto di Nicola Apollonio – 1

Nicola Apollonio
1. C’era una volta…

Ovunque si andasse, si aveva l’impressione che la città fosse continuamente in festa. Lo strillone di Paese Sera, piccolo e grasso, faceva la spola tra Largo Goldoni, via Condotti e piazza di Spagna sventolando il giornale con la notizia esclusiva della principessa Soraya Esfandiary Bakhtiari, seconda moglie dell’ultimo Scià di Persia Mohammad Reza Pahlavi, che diventava attrice di cinema”.

Continue reading “Quando andavo in via Veneto di Nicola Apollonio – 1”

Recensioni

Toti Bellone: 133 liriche più una

toti bellone

  1. Da Cardarelli a Prevert

Diceva Vincenzo Cardarelli, forse l’ultimo dei nostri “classici”, che la poesia è “l’arte di tacere”, come la tragedia è “l’arte di mascherarsi”. Continue reading “Toti Bellone: 133 liriche più una”

Poesia, Poesie, Recensioni, Scrittori salentini

Libri: Antica terra

di Paola Bisconti
ANTICA_TERRA_538da01645068
Lo splendore di “Antica Terra” nel viaggio poetico e sentimentale di Vito Adamo

Vito Adamo esordisce nel panorama poetico con la raccolta “Antica Terra. Viaggio sentimentale nel Salento” pubblicato da Lupo Editore con un testo da considerare come un diario intimo della memoria. Ogni componimento è pervaso da un radicato attaccamento alla vita intesa come il valore supremo da inneggiare costantemente. Continue reading “Libri: Antica terra”

Recensioni

Una riflessione attorno alle “Pillole di sapere” di Dino Licci

DinoLicciPilloleDiSapere

L’avvento dell’Età Moderna segna la nascita di una nuova forma di pensiero. È sua caratteristica, a differenza della riflessione medievale, quella di affidare il ragionamento a uno schema di regole logiche che diano certezza dei risultati e, al contempo, non lasciano spazio alla speculazione filosofica che, per quanto profonda, contiene sempre un certo grado di indeterminatezza. Continue reading “Una riflessione attorno alle “Pillole di sapere” di Dino Licci”

Recensioni

Il Richiamo dello Scrigno, romanzo di Lilli Pati

di Paolo Rausa

Il Richiamo dello Scrigno, copertina

Che cosa può mai richiamare lo scrigno di tanto importante nella vita di una giovane e bellissima fanciulla, che di mestiere fa la wedding planner, ovvero la organizzatrice di matrimoni? Per la verità Sveva è una donna formata, non sposata. Non crediate che il paradosso non le pesi, ma come spesso accade nella vita delle persone quando non si trova l’anima gemella allora si attende.

Continue reading “Il Richiamo dello Scrigno, romanzo di Lilli Pati”