Poesie, Scrittori salentini

Preghiera d’un savio centenario

di Leandro Ghinelli

albero
Albero (ph. Mauro Minutello, 2012)

Piovete, stelle,

sui miei capelli bianchi,

sui miei muscoli stanchi, Continue reading “Preghiera d’un savio centenario”

Annunci
Poesie

Il Cerchio e le tangenti

di Leandro Ghinelli

Il Cerchio immacolato, ancor perfetto,

appena fu toccato

dalla tangente al petto

si sentì menomato. Continue reading “Il Cerchio e le tangenti”

Scrittori salentini

Infelicità e felicità del sapiente

di Leandro Ghinelli

Il sapere da sapere è infinito. La conoscenza possibile anche per un Pico della Mirandola è limitato. Di conseguenza i dotti si considerano dei dotti ignoranti e preferirebbero essere del tutto ignoranti per essere più felici. I capitoli XXXV – XXXVI – XXXVII dell’ “Elogio della Stoltezza” di Erasmo da Rotterdam, sono proprio intitolati ‘Stolti, fatui, bietoloni, buffoni sono molto più felici dei sapienti’. Continue reading “Infelicità e felicità del sapiente”

Bibliografia, Personaggi, Poesie, Recensioni, Scrittori salentini

E apparve la donna: poesie di Leandro Ghinelli

di Teresa Francia

copertinag
L. GHINELLI, E apparve la donna, Laterza Giuseppe Edizioni, Bari 2010

L’arte della musica, quella della poesia e quella della spatola e scalpello sono strettamente interdipendenti nel panorama di uno spirito che si ispira ai toni della universalità, per affermare la propria ricchezza. Continue reading “E apparve la donna: poesie di Leandro Ghinelli”

Racconti, Scrittori salentini

Sul filo dell’allegoria: Capirsi

di Leandro Ghinelli

Pasquale Urso: Il sogno cattivo

Gli Introversividi silenziosi non esprimevano un concetto, un pensiero, un desiderio, se non ci avevano pensato prima almeno tre mesi. Abitavano sugli alberi delle foreste e di rado avevano voglia di vedere uomini. Quando per disgrazia incontravano un chiacchierone, erano presi da convulsioni. La gente li credeva epilettici. Per dimostrare di essere normali, dovevano pensare o scrivere almeno sette anni. Quando concludevano l’esposizione delle loro idee, Continue reading “Sul filo dell’allegoria: Capirsi”