Poesie, Scrittori salentini

Il crepuscolo…

di Wilma Vedruccio

Wilma Vedruccio, di spalle, in una foto di Giusy De Santis

Il crepuscolo di questi giorni a ridosso del solstizio d’inverno…
Uno squarcio sui segreti del mondo.
La luce rivela prospettive, situazioni, angoli nascosti, ignorati, lontani.S’infiamma l’erba nuova sotto gli olivi,
filari ordinati di un verde fiamma difficile da ottenere per un pittore.
Da pozze, canali, campi allagati salgono strisce di vapore, dopo il sole del giorno.
Sono come scenografie teatrali
su un palco sordo nella luce del sole che all’improvviso si accende di fantasmagorie.
I filari di cipressi, scuri, contro il cielo infuocato, creano lo spazio per meditazioni.
La trama delle chiome spoglie dei pioppi, attraversata dai bagliori rossastri, una narrazione per uccelli e viaggiatori solitari.
Sia Benedetto “ci fice lu munnu e lu sippe bellu situare”.

13.12.2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...